martedì 12 maggio 2009

Siglo de oro, The King's Singers, recensione

THE GOLDEN AGE - SIGLO DE ORO
Musiche penitenziali del Rinascimento spagnolo, portoghese e messicano
The King's Singers

SIGNUM CLASSICS SIGCD119 / DDD / 64:31

Sviatoslav Richter ebbe a rilevare come la musica di César Frank sia frequentemente fraintesa dai suoi interpreti, che ne scambiano per sensualità la natura altamente spirituale, prossima all'estasi. Perché, proseguiva il grande pianista, è propria di quest'ultima condizione una intensità di portata tale da giungere a investire la sfera fisica, e con essa confondersi.
Un siffatto senso dello spirituale e del religioso anima questo Siglo de oro, antologia di musiche penitenziali del Rinascimento spagnolo, portoghese e messicano - vi figurano composizioni di re João IV di Portogallo, Cristóbal de Morales, Tomás Luis de Victoria, Diego Dias Melgas, Sebastián de Vivanco, Alonso Lobo, Juan Gutiérrez de Padilla - nelle cui linee tornite l'astratta perfezione degli intrecci polifonici assume una concretezza tormentata, corporea, terrena quanto mai, di figura michelangiolesca; l'angoscia, le lacrime, la pietà si fanno di carne e sangue, scavano il profondo dell'uomo nella ricerca di Dio.
Luca Rossetto Casel

Liberamente tratto da Rivista Musica clicca qui per abbonarti

Posta un commento
 
Licenza Creative Commons
Questo blog di Benedetta Saglietti e Liana Puschel è sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

I materiali sono pubblicati a scopo di studio, critica e discussione, senza finalità commerciali, e saranno rimossi su richiesta del proprietario del copyright.

Any material on these pages is included as "fair use", for the purpose of study, review and critical analysis, and will be removed at the request of copyright owner.