martedì 17 novembre 2009

Scuola di Specializzazione in Beni musicali, Università di Bologna

La Scuola di Specializzazione in Beni musicali dell’Università di Bologna ha pubblicato il bando di ammissione per l’a.a 2009/2010, con scadenza il 9 dicembre 2009.

Descrizione della scuola e bando

Vedi anche  beniculturali.unibo.it

La Scuola ha il compito di formare specialisti di alto profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio musicale. Il corso di studio fornisce competenze specifiche sia per partecipare a concorsi pubblici destinati a ruoli direttivi nelle istituzioni che possiedano o gestiscano fonti d’interesse musicale di qualsiasi tipo, sia per avviare attività autonome o associate di tutela, conservazione, restauro e valorizzazione del patrimonio musicale, o di promozione, comunicazione e gestione di eventi musicali.
La durata del corso di studi è di due anni (120 CFU).

L’offerta didattica della Scuola si articola in attività formative, teoriche e pratiche (stages, tirocini, laboratori informatici e multimediali, ecc.) fra loro integrate, che consentiranno allo specializzando di completare il proprio percorso formativo con l’elaborazione di un progetto coordinato finale di carattere originale, riguardante problemi di conservazione e restauro, ovvero di tutela e valorizzazione in relazione al territorio, ovvero di allestimento museale, ovvero di promozione e comunicazione del patrimonio musicale.

Le attività della Scuola sono coordinate da un qualificato gruppo di musicologi e docenti dell’Università di Bologna, che appartengono sia alla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali (Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali) di Ravenna, sia alla Facoltà di Lettere e Filosofia (Dipartimento di Musica e
Spettacolo) di Bologna.

L’attività didattica si svolge sia presso la sede della Scuola a Ravenna, nel Dipartimento di Storie e Metodi per la Conservazione dei Beni Culturali (via degli Ariani, 1); sia a Bologna, nel Dipartimento di Musica e Spettacolo (via Barberia, 4).

Alla Scuola si accede sostenendo una prova di ammissione per titoli e esame. Il bando di ammissione scade il 9 dicembre 2009 ed è rivolto a chi in possesso di laurea magistrale in Musicologia e beni musicali (classe LM-45) o di laurea specialistica in Musicologia e beni
musicali (classe 51/S) o quadriennale del vecchio ordinamento ad essa equiparata (Conservazione dei Beni culturali, DAMS, Lettere,Musicologia) o di Diploma di Conservatorio di II livello: titoli conseguiti in Italia o all’estero. I posti disponibili per il primo anno sono quindici. L’Università di Bologna offre inoltre la possibilità di accedere a borse di studio per il mantenimento agli studi, secondo le normative vigenti.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria. Tuttavia, tenuto conto che molti specializzandi potrebbero essere già inseriti nel mondo del lavoro, queste saranno articolate in settimane intensive da gennaio a giugno. Gli specializzandi potranno inoltre svolgere stages e tirocini
presso Enti o Istituzioni di rilevanza nazionale (soprintendenze, assessorati, musei, biblioteche, archivi, discoteche, videoteche, cineteche, fondazioni, teatri, istituzioni orchestrali, enti radiofonici e televisivi, ecc.), o svolgere un mese di stage, pari a
250 ore (10 crediti), presso Istituzioni dell'Unione Europea.
Posta un commento
 
Licenza Creative Commons
Questo blog di Benedetta Saglietti e Liana Puschel è sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

I materiali sono pubblicati a scopo di studio, critica e discussione, senza finalità commerciali, e saranno rimossi su richiesta del proprietario del copyright.

Any material on these pages is included as "fair use", for the purpose of study, review and critical analysis, and will be removed at the request of copyright owner.