giovedì 26 gennaio 2012

Liszt wild and crazy, o della trasformazione pop di Liszt

Late night
A tutti è noto il celebrato (leggi quianniversario lisztiano che ricorreva l'anno scorso (Liszt era nato a Raiding il 22 ottobre 1811), nell'ambito del quale l'ultimo evento è stato l'arrivo a Torino del pianoforte del Nostro. Sebbene esausti degli anniversari che costringono l'ascoltatore a overdose di singoli compositori, segnaliamo ancora una novità interessante. 



La Deutsche Grammophon ha realizzato il sito Liszt wild and crazy, con  parecchi sample da ascoltare, e due dischi le cui copertine hanno una grafica niente male. 
Qui altri consigli di Alberto Notarbartolo, critico musicale di Internazionale.


Qui sotto Liszt come non l'avete mai visto: interpretato nel 1952 da Sviatoslav Richter, in un film basato sulla vita di Mikhail Glinka, intitolato Kompozitor Glinka (Композитор Глинка; remake del film del 1946 dedicato al compositore).


Posta un commento
 
Licenza Creative Commons
Questo blog di Benedetta Saglietti e Liana Puschel è sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

I materiali sono pubblicati a scopo di studio, critica e discussione, senza finalità commerciali, e saranno rimossi su richiesta del proprietario del copyright.

Any material on these pages is included as "fair use", for the purpose of study, review and critical analysis, and will be removed at the request of copyright owner.