giovedì 6 ottobre 2011

Non solo tango

In questi giorni, in cui l’Italia cerca affannosamente di non affogare nell’oceano burrascoso della crisi internazionale, si cita spesso il clamoroso naufragio dell’Argentina nel 2001: in televisione, mentre si elencano i 5 presidenti che allora si susseguirono in meno di un mese, si presentano le immagini di caviglie flessuose che si cimentano in sensuali passi di tango. Ma l’Argentina non è solo crisi e non è solo tango. A ottobre si ricorda il secondo anniversario della morte di Mercedes Sosa, una cantante di musica folclorica dalla voce profonda: una voce che sembra essere stata modellata con l’argilla in tempi remoti. In Italia alcuni la scoprirono grazie al film Habemus Papam di Nanni Moretti, in cui i cardinali ondeggiavano sulle note di "Cambia, todo cambia".
Mentre si è sballottati dalle ondate della crisi, l’ascolto di qualche album di Mercedes Sosa può offrire un appiglio rassicurante; intanto, si può ascoltare il suo consiglio:

Cambia, todo cambia.
Lo que cambió ayer
tendrá que cambiar mañana


l.p.
Posta un commento
 
Licenza Creative Commons
Questo blog di Benedetta Saglietti e Liana Puschel è sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0

I materiali sono pubblicati a scopo di studio, critica e discussione, senza finalità commerciali, e saranno rimossi su richiesta del proprietario del copyright.

Any material on these pages is included as "fair use", for the purpose of study, review and critical analysis, and will be removed at the request of copyright owner.